Viso e corpo, sono messi a dura prova durante i cambi di stagione, perché la pelle, a causa degli sbalzi di temperatura, tende a perdere oligoelementi, acidi grassi e ceramidi compromettendo la funzione fondamentale di barriera protettiva. Per prepararsi all’autunno, dunque, occorrono prodotti altamente idratanti con acido ialuronico, ceramidi e lipidi.

Quali sono i parametri che definiscono “bella” la pelle? Non le rughe, ma l’idratazione, il turgore e la compattezza associate alla luminosità. Otto donne su dieci aspirano a una pelle morbida e idratata innanzitutto e poi più tonica e con un colorito uniforme. È un fatto che quando la pelle è secca la superficie è alterata e la luce non viene riflessa correttamente, apparendo più vecchia di quel che è, a pelle correttamente idratata ha proprietà ottiche e meccaniche tipiche della pelle giovane, riflette la luce in modo diffuso ed è più elastica. Basta tenere conto del fatto che l’organismo, in media, è composto da circa il 70 per cento di acqua, percentuale che scende gradualmente con l’avanzare degli anni. Certo, oltre all’età influiscono anche fattori come il tipo di alimentazione, l’ambiente di vita e le solite abitudini, mantenere la pelle idratata è la prima regola per renderla sana ed elastica.

L’acido ialuronico che, già presente nel derma, contribuisce a conferire un aspetto rassodato alla pelle, a favorire l’idratazione e il turgore e a fungere da “captatore d’acqua”. Infatti esercita una significativa azione umettante sull’epidermide, contrastandone la disidratazione e creando un ambiente favorevole alla riattivazione della sua funzionalità, stimolando anche la produzione di nuovo collagene e aiutando anche a meglio connettere gli strati del derma tra di loro. Le texture che contengono questo ingrediente
permettono alla pelle di trattenere più acqua rispetto a quelle che contengono oli, ad esempio, comunque molto emollienti ma non idratanti.

Lascia un commento